Seguici su

Sezioni

Cremazione di un defunto

CREMAZIONE DI UN DEFUNTO

 

In caso di decesso è possibile richiedere la cremazione del defunto.

E’ altresì possibile procedere alla cremazione dei resti mortali di persone inumate (sepolte in terra) da almeno dieci anni o trascorsi vent’anni dalla loro tumulazione (sepoltura in loculo).

 

Modalità:

 

L’interessato può esprimere la propria volontà ad essere cremato in diversi modi:

-         mediate testamento reso dinanzi ad un notaio;

-         redigendo un testamento olografo che conserverà tra i propri documenti o che affiderà ad un parente o ad un notaio;                                                                                                           Tale testamento acquisterà valore legale solo dopo il decesso e a seguito della sua pubblicazione a cura di un notaio;

-         iscrivendosi ad una delle associazioni di cremazione presenti su tutto il territorio nazionale.

 

In mancanza espressa manifestazione di volontà da parte del defunto, la dichiarazione dovrà essere resa dal coniuge superstite, o (in mancanza di questo) dal/i parente/i più prossimi individuato secondo le norme del Codice Civile.

La dichiarazione va resa in forma scritta dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di decesso.

 

Documentazione necessaria:

 

-         certificato del medico necroscopo attestante la morte non violenta;

-         documento che attesti la volontà del defunto alla cremazione (testamento olografo, o iscrizione ad una associazione di cremazione, oppure dichiarazione sostitutiva di notorietà resa dai parenti superstiti accompagnata da copia del documento di identità del sottoscrittore).

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/12/09 16:21:24 GMT+2 ultima modifica 2013-12-09T17:21:00+02:00

Valuta questo sito