Tu sei qui: Home / Notizie / Informazioni utili / Anno corrente / Emilia-Romagna: vademecum per i controlli sugli impianti termici

Emilia-Romagna: vademecum per i controlli sugli impianti termici

Pubblicata una sintetica informativa sul regolamento regionale entrato in vigore lo scorso 1° aprile. Dopo il traffico, il riscaldamento è la causa principale di inquinamento nelle città: oltre il 40% del consumo energetico in Italia è determinato dall’energia utilizzata per far funzionare gli impianti di riscaldamento e raffrescamento e per produrre acqua calda sanitaria

Dopo il traffico, il riscaldamento è la causa principale di inquinamento nelle città: oltre il 40% del consumo energetico in Italia è determinato dall’energia utilizzata per far funzionare gli impianti di riscaldamento e raffrescamento e per produrre acqua calda sanitaria.

Per questo motivo l’Unione Europea ha previsto che gli Stati membri adottino specifiche norme per garantire la massima efficienza degli impianti termici attraverso un adeguato sistema di controllo.

In Emilia-Romagna è entrato in vigore dall'1 aprile 2017 un Regolamento regionale che prevede che i responsabili di impianto provvedano a:

  • rispettare i periodi di attivazione dell’impianto e le temperature ambientali previste;
  • far registrare l’impianto presso il Catasto regionale degli impianti termici Criter, istituito dalla Regione Emilia-Romagna;
  • far eseguire gli interventi di manutenzione e controllo alle scadenze previste.

I Responsabili di Impianto che non provvedono a tali adempimenti sono soggetti a sanzione amministrativa. Nella pagina dedicata al CritER - Catasto regionale impianti termici dell’Emilia-Romagna, è stata pubblicata un’informativa sintetica utile per effettuare i controlli necessari.

Il controllo degli impianti termici - Vademecum

Catasto regionale degli impianti termici - link esterno

Regolamento regionale - link esterno

ultima modifica 28/11/2017 13:37