Sezioni

BOOM Cantiere Creativo Calderara- Casa dolce strada

Terza edizione del festival BOOM Cantiere Creativo Calderara dal 10 ottobre al 19 dicembre 2020 a Calderara di Reno

Trasformando i limiti imposti dall'emergenza nell'opportunità di dare un più ampio respiro al festival, abbiamo immaginato "un'edizione speciale" di BOOM - Cantiere Creativo Calderara.

Abbiamo così distribuito e diluito nel tempo e in diversi spazi della città le sue attività, dedicando la massima cura nell'elaborazione di progetti originali e modulari che, mettendo in dialogo arte contemporanea, danza, teatro e musica attraverso laboratori, incontri, performance e installazioni, possano adattarsi in forma flessibile all'evolvere della situazione. La sua ideazione è stata il frutto di un incontro fra artisti e operatori culturali con i quali abbiamo condiviso il desiderio di utilizzare il nostro spaesamento come punto di partenza per costruire inedite letture della realtà contemporanea attraverso i linguaggi creativi. Ne è nato un progetto polifonico all'interno del quale si auspica di aggiungere ulteriori "voci" coinvolgendo attivamente la comunità di Calderara nella realizzazione dei vari percorsi artistici. BOOM 2020 diventa così un vero e proprio cantiere creativo e culturale, luogo di produzione di pensieri e azioni, in condivisione con la comunità. Casa dolce strada è il titolo che, con un gioco di parole inventato da Clelia Sedda – drammaturga, regista, intellettuale già protagonista della seconda edizione di BOOM – sintetizza le filosofia di questa terza edizione del Festival e offre uno spunto di riflessione sulla natura dinamica e ambivalente della nostra percezione della realtà e in definitiva della nostra identità.

La casa riveste da sempre una molteplicità di significati che vanno ben oltre l’idea di luogo fisico; è uno spazio che ci portiamo dentro, è un luogo di espressione del sé, di narrazione della propria storia, può anche diventare una gabbia, ma soprattutto è la prima esperienza di confine che determina un dentro e un fuori e quindi la possibilità di conoscere. "Fuori" c'è la strada che può essere concepita come luogo di socialità, spazio privilegiato d'incontro e aggregazione, come luogo educativo di sviluppo e crescita ma anche espressione del rischio e "dell'errare". Nel nostro desiderio ci immaginiamo una casa che non è chiusa a chiave e una strada che se ti sdrai non hai paura della notte, perché vedi le stelle.

I PROGETTI

01 PROSPETTIVE: VISIONI NELLA CITTA' TRA MEMORIA E FUTURO
Progetto del Sistema Culturale di Calderara a cura dell'Associazione Culturale Adiacenze in collaborazione con Circolo fotografico calderarese, realizzato in rete con i Comuni di Cotignola (Ravenna) e Spilamberto (Modena), con il contributo della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, di Emilbanca e Confcommercio Bologna
Prospettive indaga, attraverso la sensibilità artistica di Andrea Abbatangelo, l'identità del territorio attraverso le immagini delle persone fra passato e presente e la traduce in una mostra per la Casa della Cultura e una mostra a cielo aperto diffusa in vari luoghi del territorio, presentate in un incontro pubblico con istituzioni, artisti e imprese. Un laboratorio di educazione all’immagine a cura di Tatanka completa il progetto con uno sguardo al futuro.

10 OTTOBRE h 17:30 TALK
L'ARTE SCENDE IN STRADA: prospettive creative per il territorio
Presentazione del progetto PROSPETTIVE con Andrea Abbatangelo e Adiacenze che incontrano amministtratori, imprenditori e cittadini
Casa della Cultura

10 OTTOBRE h 19:00 INAUGURAZIONE MOSTRA
STASERA A CASA DI LUISA
di Andrea Abbatangelo
a cura di Amerigo Mariotti e Daniela Tozzi di Adiacenze
Casa della Cultura

18 OTTORE h 11.00 INAUGURAZIONE MOSTRA
PROSPETTIVE. Visioni della città tra memoria e futuro
di Andrea Abbatangelo
a cura di Amerigo Mariotti e Daniela Tozzi di Adiacenze
visita in bicicletta in collaborazione con G.P. Longara
Casa della Cultura

02 HOME_homing
di Daniele Albanese, cura Francesca Divano
Un percorso di ricerca aperto e partecipato di Daniele Albanese che indaga attraverso la danza il concetto di ‘casa’ come luogo dell’identità in relazione al mondo e alle sue complessità. Il termine homing, in un momento storico in cui il concetto di ‘casa-mondo’ risuona forte nella coscienza globale collettiva, sollecita riflessioni sulle possibili declinazioni del termine ‘migrazione’ e su come sia cambiata la nostra percezione e la nostra idea di ‘casa’ a seguito degli accadimenti degli ultimi mesi. HOME_homing si declina in diverse fasi che prevedono il coinvolgimento della comunità.

16 OTTOBRE h 18:30 TALK
HOME_homing - dialogo performativo
con Enrico Pitozzi e interventi coreografici di Daniele Albanese e Simona Bertozzi
Teatro Spazio Reno

24 OTTOBRE h 18:30 PERFORMANCE
HOME_homing - performance finale
di e con Daniele Albanese, voce Eva Karczag, video Salvatore Insana, suono Daniela Cattivelli, promozione e cura Francesca Divano
Teatro Spazio Reno e Casa della Cultura

03 CAROSELLI, THEREMIN E CIANFRUSAGLIE ELETTROACUSTICHE
a cura di Vincenzo Vasi e Valeria Sturba/OoopopooiO
Vincenzo Vasi e Valeria Sturba ci accompagnano in un doppio viaggio nel tempo. Catapultati negli anni 60 nel magico mondo dei Caroselli con lo spettacolo Reclame,un bizzarro contenitore di televendite, in cui sei musicisti performanti suonano, cantano, recitano, si scambiano abiti e strumenti in una produzione originale pensata per BOOM. Proiettati alla scoperta del Theremin, lo strumento elettronico più etereo e misterioso dal 900 ai giorni nostri, grazie alla masterclass condotta assieme a Giorgio Necordi che culminerà in un inconsueto concerto di Natale

27 NOVEMBRE h 21.00 SPETTACOLO
RECLAME, se non vedi non credi
da un'idea di Vincenzo Vasi e Valeria Sturba, con Valeria Sturba, Ersilia Prosperi, Silvia Valtieri, Vincenzo Vasi, Luigi Lullo Mosso, Gianluigi Carlone
Teatro Spazio Reno

16 e 19 DICEMBRE LABORATORIO
MASTER THEREMIN
a cura di Vincenzo Vasi, Valeria Sturba e Giorgio Necordi
Casa della Cultura

19 DICEMBRE h 18.30 CONCERTO
THEREMIN XMASS - esito performativo della masterclass di Theremin
Con Vincenzo Vasi, Valeria Sturba e i partecipanti al MASTER THEREMIN
Casa della Cultura

04 HOME SWEET HOME
di Macellerie Pasolini
in collaborazione con perAspera Festival
Un doppio percorso laboratoriale che nasce dalla riflessione sullo stare forzatamente a contatto – 24 ore su 24 – con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Cosa cambia nell'equilibrio delle case? Quali dinamiche vanno in crisi? Cosa succede a chi vive da solo, al di là dell'ipocrisia di Skype? Home Sweet Home è la seconda tappa di un percorso di riflessione sull'isolamento condotto da Macellerie Pasolini, dopo la performance APE CAR, ospitata nella tredicesima edizione del festival perAspera.

12 OTTOBRE - 30 NOVEMBRE LABORATORIO
HOME SWEET HOME - laboratorio di teatro performativo
a cura di Ennio Ruffolo
Casa della Cultura

19 OTTOBRE - 16 NOVEMBRE LABORATORIO
HOME SWEET HOME - laboratorio di scenotecnica
a cura di Grazia Perilli , in collaborazione con ReMida Bologna­_Terre d'acqua
Casa della Cultura

4 e 5 DICEMBRE h 18.30 PERFORMANCE
HOME SWEET HOME- esito performativo
ideazione, conduzione e regia Ennio Ruffolo, organizzazione e comunicazione Maria Donnoli, allestimenti Grazia Perilli, sound design Fabio Fiandrini,con gli allievi del laboratorio performativo, e la collaborazione di ReMida Bologna_Terre d'acqua
Casa della Cultura

05. A CALDERARA SBAGLIANDO SI IMPARA
A cura di Error Academy - Errori Associati ed ErrorDay
Clelia Sedda condurrà un laboratorio difficilissimo su come avere sempre ragione.
L’attrice e ricercatrice che ha inventato l’ErrorDay (giornata mondiale dell’errore) ci guiderà per osservare, individuare, capire e divertirsi a rappresentare i più comuni errori del ragionamento e dellargomentare. Per non cadere nelle insidiose trappole del discorso e imparare a riconoscere le fallacie comunicative.
La sintesi del lavoro di laboratorio verrà inserita in Come erravamo - il fortunato spettacolo comico, molto serio - con le star dell’ErrorDay, che approda a Calderara, città perfetta per accogliere gli errori più belli.

17 OTTOBRE - 5 DICEMBRE LABORATORIO
COME AVERE SEMPRE RAGIONE.
Laboratorio condotto da Clelia Sedda per imparare a litigare bene, aiutati da Aristotele e Schopenhauer
a cura di Error Academy - Errori Associati
Casa della Cultura

12 DICEMBRE H.18:30 SPETTACOLO
COME ERRAVAMO. Spettacolo comico molto serio.
Di Clelia Sedda, Gianumberto Accinelli, Roberta Giallo, Mauro Luccarini e Alberto Piancastelli.
A cura di Error Academy - Errori Associati e ErrorDay
Teatro Spazio Reno

06 ATELIER TATANKA
A cura di Tatanka Journal
Tatanka Journal svilupperà per BOOM due attività di progettazione partecipata: un laboratorio di educazione all'immagine aperto alla cittadinanza e una residenza artistica della durata di una settimana per la realizzazione del primo progetto editoriale di BOOM, che avrà l'obiettivo di raccontare il Festival attraverso la voce dei suoi protagonisti.

21 e 22 NOVEMBRE LABORATORIO
FOTOGRAMMA. Laboratorio di educazione all’immagine di archivio
nell'ambito del progetto PROSPETTIVE, a cura di Tatanka Journal
Casa della Cultura

11 DICEMBRE H. 18:30 TALK
BOOM. Presentazione del progetto editoriale
a cura di Tatanka Journal, partecipano gli artisti di BOOM 2020, presenta Roberto Alessi.
Casa della Cultura

INFO, PRENOTAZIONI E TICKETS: www.boomcantierecreativo.it
INFO E ISCRIZIONI AI LABORATORI: casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
Prenotazione obbligatoria per tutti gli eventi

Casa della Cultura Italo Calvino
Via Roma, 29. Calderara di Reno (BO) - Tel 342 8857347
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/23 17:46:00 GMT+1 ultima modifica 2020-09-26T15:27:09+01:00

Valuta questo sito