Sezioni

Giorno della Memoria, le iniziative a Calderara: il 27 gennaio alla Casa della Cultura il film "Jojo Rabbit"

Il 10 febbraio presentazione del libro sulle memorie di Cornelia Paselli. Gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito e senza prenotazione

Venerdì 27 gennaio 2023 ricorre il Giorno della Memoria. L'anniversario numero 78 dell'abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, luogo simbolo di una delle più grandi tragedie dell'umanità, a Calderara di Reno verrà ricordato e sottolineato con due appuntamenti:

  • il 27 gennaio alle ore 20.45 è in programma alla Casa della Cultura "Italo Calvino", in via Roma 29, la proiezione del film Jojo Rabbit, pellicola del 2019 diretta da Taika Waititi, con Scarlett Johansonn, Roman Griffin Davis e Thomasin McKenzie. 
  • il 10 febbraio alle ore 20.30 alla Casa della Cultura presentazione del libro "Vivere, nonostante tutto", dedicato alle memorie di Cornelia Paselli testimone dell'eccidio di Monte Sole.

L'ingresso all'auditorium della Casa della Cultura sarà per i due appuntamenti gratuito e senza prenotazione.

Per tutte i dettagli e gli aggiornamenti consultare il sito di Culturara, il sistema culturale del Comune di Calderara di Reno.

Jojo Rabbit

JoJo.png

Jojo Rabbit è la storia di un dolce e timido bambino tedesco di dieci anni, Jojo Betzler, soprannominato "Rabbit", appartenente alla Gioventù hitleriana durante i violenti anni della Seconda guerra mondiale.
Siamo nella Germania del 1944, il padre di Jojo è al fronte in Italia, mentre sua madre, Rose, si prende cura di lui, dopo la morte della sorella. Il bambino trascorre le sue giornate in compagnia di Yorki, il suo unico vero amico, e frequentando un campo per giovani nazisti, gestito dal capitano Klenzendorf. Sebbene sia considerato strambo dai suoi coetanei, il ragazzo si sente un nazista avvantaggiato perché ha un amico immaginario molto particolare: una versione grottesca e caricaturale di Adolf Hitler. Jojo odia gli ebrei, nonostante non ne abbia mai visto uno, è fermamente convinto che sia giusto ucciderli.
La sua visione nazista del mondo cambia completamente quando scopre che sua madre nasconde in soffitta una ragazza ebrea. Da questo momento in poi Jojo dovrà fare i conti con i dubbi sorti riguardo il nazionalismo e in questo dissidio interiore verrà aiutato soltanto dal suo amico immaginario Adolf.

Vivere, nonostante tutto

Paselli.jpg

Il libro (sopra un'immagine tratta dalla copertina) sulle memorie di Cornelia Paselli, testimone degli eccidi di Monte Sole scomparsa nell'aprile del 2022, raccolte dalla pronipote Alice Rocchi.
Cornelia Paselli aveva 18 anni all’epoca della strage di Monte Sole. La sua giovane vita in tempo di guerra, l’arrivo di una violenza impensabile, la sua testimonianza sui giorni dell’eccidio. Un libro intenso, di quotidianità semplice e vivace, di disperazione e coraggio, di gesti atroci e solidarietà fino alla scelta di “vivere, nonostante tutto”. Alla presentazione saranno presenti oltre ad Alice Rocchi, Elena Monicelli, della Scuola di Pace di Monte Sole. L'Associazione Amici della Biblioteca di Calderara di Reno curerà le letture.

Nella foto principale della notizia l'ingresso del campo di concentramento di Auschwitz.

Azioni sul documento

pubblicato il 2023/01/11 11:35:00 GMT+1 ultima modifica 2023-01-26T10:05:14+01:00

Valuta questo sito