Sezioni

Nuovo impianto di depurazione a Castel Campeggi: Hera completa l'intervento

I dettagli dell'opera e le dichiarazioni del Sindaco:. Otre al depuratore migliorata la rete fognaria

Sono terminati nelle frazioni di Castel Campeggi (Comune di Calderara) e Bonconvento (Sala Bolognese) i lavori del Gruppo Hera che hanno dotato la zona di un nuovo impianto di depurazione e reti fognarie più estese. Di seguito il comunicato stampa di Hera, contenente le dichiarazioni del Sindaco Giampiero Falzone.

Un nuovo impianto di depurazione e reti fognarie più estese per le frazioni di Castel Campeggi e Bonconvento
Terminato l’intervento di Hera per migliorare il sistema di depurazione dell’area al confine tra i comuni di Sala Bolognese e Calderara di Reno, a tutela dell’ambiente
Proseguono gli interventi del Gruppo Hera per dotare anche i piccoli agglomerati urbani di adeguati trattamenti di depurazione delle acque reflue. È terminata la realizzazione di un nuovo impianto di depurazione al servizio dei centri abitati di Castel Campeggi e Bonconvento, due frazioni che risiedono rispettivamente nei comuni di Calderara di Reno e Sala Bolognese, e delle relative fognature. La rete è stata estesa anche ad alcuni edifici, in precedenza sprovvisti di collegamento fognario. L’impianto è entrato in funzione ieri.
Sono principalmente due gli effetti positivi dell’intervento progettato e portato a termine da Heratech, la struttura di ingegneria del Gruppo Hera: il miglioramento dell’efficienza del sistema fognario e depurativo, e al contempo il beneficio apportato alla qualità ambientale della zona e alla conseguente maggior tutela delle acque superficiali dall’inquinamento.
L’intervento, inserito nel Piano d'Ambito delle opere concordate con Atersir, in coordinamento con le due amministrazioni comunali, ha comportato un investimento complessivo da parte di Hera di circa 1.300.000 euro.
Dismessi i vecchi impianti e allacciati edifici in precedenza non collegati alla fognatura
In particolare, grazie a quest’opera sarà a breve possibile dismettere sia il vecchio depuratore ormai obsoleto che serviva Castel Campeggi sia la fossa Imhoff (un sistema utilizzato per il trattamento dei liquami nelle piccole frazioni) in cui arrivavano i reflui di una parte degli edifici di Bonconvento. In corrispondenza di entrambi, sono stati realizzati degli impianti di sollevamento e delle nuove condotte fognarie che convogliano tutti i reflui in un moderno e più efficiente depuratore, posizionato nelle vicinanze e all’interno dei confini del comune di Sala Bolognese. Hera ha anche provveduto ad estendere la rete per allacciare una cinquantina di edifici sprovvisti di questo servizio, situati nella frazione di Bonconvento. Complessivamente sono stati posati circa 4,5 chilometri di nuove fognature.
Il nuovo depuratore già pronto anche per future espansioni urbanistiche
Si è trattato anche di un potenziamento del servizio. In totale, infatti, le utenze interessate sono circa 550 ma, vista la vicinanza di queste località al comune di Calderara di Reno, per prevenire le necessità di eventuali future espansioni urbanistiche, Hera ha dimensionato l’impianto per 750 abitanti. Il depuratore è completamente automatizzato e viene monitorato 24 ore su 24 dalla centrale di telecontrollo reti e impianti di Hera, così da garantire un presidio costante e l’attivazione del pronto intervento in tempo reale in caso di anomalie di funzionamento.
L’impegno di Hera nel settore della fognatura e depurazione
Il progetto che coinvolge le due frazioni è parte di un forte impegno di Hera per la sostenibilità del comparto fognario-depurativo. Nel territorio bolognese il 100% degli abitati con una popolazione superiore a 2.000 abitanti è infatti adeguato alla normativa (l’Emilia-Romagna è tra le poche regioni ad avere raggiunto gli obiettivi europei e nazionali sull’adeguamento della depurazione).
"Siamo molto contenti - dichiara il Sindaco di Calderara di Reno Giampiero Falzone - per la realizzazione di questo impianto tanto atteso da tempo dai cittadini di Castel Campeggi. Abbiamo, quando richiesto, dato il nostro contributo burocratico in silenzio ed oggi esprimiamo molta soddisfazione per questa opera. Un'opera che risolve diverse criticità della frazione e consente da una parte l'allacciamento di edifici non collegati alla rete fognaria e dall'altra il potenziamento del servizio anche per future espansioni. È servito tempo perché l'opera era impegnativa, di ultima generazione, completamente automatizzata e telecontrollata, ma non posso che ringraziare Hera per l'importante risultato raggiunto con un altrettanto importante investimento di 1.300.000 euro per il territorio".

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/12/10 14:19:00 GMT+1 ultima modifica 2021-12-10T14:20:36+01:00

Valuta questo sito